DANZA NEWS
Alessandra Ferri di nuovo ad Amburgo protagonista di Duse di John Neumeier
Alessandra Ferri di nuovo ad Amburgo protagonista di Duse di John Neumeier

Alessandra Ferri di nuovo ad Amburgo protagonista di Duse di John Neumeier

Alessandra Ferri è tornata ad Amburgo lo scorso febbraio e ancora il 19 e 20 aprile 2017 per interpretare Duse balletto a serata intera creato su di lei da John Neumeier nel 2015. Interpreterà il ruolo anche nella prossima stagione dell’Hamburg Ballett, il 3 e il 5 novembre 2017.

Continua a leggere...

A Milano
Alla Scala Symphony in C di Balanchine e due debutti made in Italy: Shéhérazade di Eugenio Scigliano e La Valse di Stefania Ballone, Matteo Gavazzi e Marco Messina
Alla Scala Symphony in C di Balanchine e due debutti made in Italy: Shéhérazade di Eugenio Scigliano e La Valse di Stefania Ballone, Matteo Gavazzi e Marco Messina

Alla Scala Symphony in C di Balanchine e due debutti made in Italy: Shéhérazade di Eugenio Scigliano e La Valse di Stefania Ballone, Matteo Gavazzi e Marco Messina

Al Teatro alla Scala di Milano, dal 19 aprile al 13 maggio 2017, un trittico di coreografie con Symphony in C di George Balanchine con Roberto Bolle in scena per quattro recite, e due prime assolute made in Italy per il ballo scaligero: Shéhérazade di Eugenio Scigliano e La Valse, affidata a Stefania Ballone, Matteo Gavazzi e Marco Messina.

Continua a leggere...

La recensione
Meritato successo per la Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala al Piccolo Teatro Strehler. Grandi coreografie per i giovani interpreti di domani.
Meritato successo per la Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala al Piccolo Teatro Strehler. Grandi coreografie per i giovani interpreti di domani.

Meritato successo per la Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala al Piccolo Teatro Strehler. Grandi coreografie per i giovani interpreti di domani.

Serata molto bella al Piccolo Teatro Strehler con gli allievi della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala diretta da Frédéric Olivieri. Le quattro coreografie proposte hanno messo in luce la versatilità e la bravura dei giovani interpreti. Dopo la Présentation ideata da Frédéric Olivieri, la rarissima Variation for Four di Anton Dolin che ha messo in luce la bravura dei quattro giovani solisti: Endi Bahaj, Nicola Barbarossa, Gabriele Consoli e Andrea Risso. Un Ballo di Jiří Kylián ha fatto emergere la versatilità della giovane compagnia mentre il Grand Pas di Paquita ha dato l’occasione per sfoggiare tutto il coté virtuosistico dell’ensemble. Ottimi Caterina Bianchi e Alessandro Cavallo come Paquita e Lucien mentre nel Pas de trois si è apprezzato ancora una volta Andrea Risso affiancato da Linda Giubelli e Alessia Auriemma.

Continua a leggere...

La recensione
I sentieri dell’animo umano: imPerfect Dancers Company con In-Faust
I sentieri dell’animo umano: imPerfect Dancers Company con In-Faust

I sentieri dell’animo umano: imPerfect Dancers Company con In-Faust

È andato in scena al Teatro Parioli di Roma, lo spettacolo In-Faust di Walter Matteini con imPerfect Dancers Company, gruppo che il coreografo dirige con Ina Broeckx dal 2009 e che dal 2011 è residente al Teatro Verdi di Pisa. Ispirata all’opera di J.W. Goethe, la creazione viaggia tra le inquietudini dell’animo umano, prigioniero del proprio desiderio e vittima di un diabolico patto. Uno studio intenso e ben ideato, che ha il merito di coinvolgere lo spettatore nelle tensioni emotive sottese al racconto, catapultandolo in un quadro ricco di suggestioni estetiche. Compagnia dal nome ‘imperfetto’, l’ensemble di Walter Matteini trova proprio nell’accuratezza coreografica il proprio segno distintivo, insieme ad una chiara omogeneità stilistica che conferma l’ottimo scambio tra l’autore e i bravi interpreti.

Continua a leggere...

La recensione
Carolyn Carlson, una poetessa che lavora con il tempo e con lo spazio
Carolyn Carlson, una poetessa che lavora con il tempo e con lo spazio

Carolyn Carlson, una poetessa che lavora con il tempo e con lo spazio

Venezia ha accolto con un calore speciale Carolyn Carlson e le sue Short Stories. In Immersion la Water Lady diventa essa stessa fluido, onda, goccia, acqua. In Wind Woman il corpo di Sara Simeoni diventa evanescente, impalpabile, un vento che soffia leggero ed effimero. In Mandala i movimenti veloci e ipnotici di Sara Orselli sembrano non avere limiti. Applausi interminabili a fine spettacolo per questo trittico, tutto femminile.

Continua a leggere...

DANZA NEWS
Ahmad Joudeh, Danzare o Morire. Da Damasco e dalle rovine di Palmyra al Dutch National Ballet
Ahmad Joudeh, Danzare o Morire. Da Damasco e dalle rovine di Palmyra al Dutch National Ballet

Ahmad Joudeh, Danzare o Morire. Da Damasco e dalle rovine di Palmyra al Dutch National Ballet

Ha 26 anni il ballerino siriano palestinese Ahmad Joudeh. La sua storia è da brivido. Il suo desiderio di danzare, il suo sogno di diventare ballerino, la sua determinazione, lo hanno sostenuto nonostante le percosse del padre, le bombe della guerra in Siria, la distruzione della sua casa e le minacce dell’Isis. La sua storia, raccontata dal giornalista olandese Roozbeh Kaboly, è diventata un documentario che ha fatto il giro del mondo. Ted Brandsen, Direttore del Dutch National Ballet e molti suoi colleghi, hanno fatto sì che dalla scorsa estate Ahmad Joudeh vive, studia e lavora ad Amsterdam tra la scuola e la compagnia. Per la prima volta in Italia, Ahmad Joudeh ballerà e racconterà la sua storia il prossimo 15 aprile 2017 a Livorno nell’ambito del Gala Internazionale di Danza Hommage a Marika.

Continua a leggere...

L'intervista
Fabrizio Monteverde allo specchio: il ritorno di Giulietta e Romeo.
Fabrizio Monteverde allo specchio: il ritorno di Giulietta e Romeo.

Fabrizio Monteverde allo specchio: il ritorno di Giulietta e Romeo.

In occasione del ritorno del suo storico Giulietta e Romeo (creazione originale del 1989), che ha debuttato il 25 febbraio 2017 al Teatro Il Celebrazioni di Bologna e poi in tour fino a maggio in tutta Italia, il coreografo Fabrizio Monteverde ci parla del nuovo allestimento della sua opera dal successo trentennale, rinata con gli interpreti del Balletto di Roma. A due anni dall’annuncio d’addio alla scena coreografica italiana, l’autore ci parla della sua scelta, della sua nuova vita a Cuba, dei ricordi del suo lungo percorso creativo e del dovere di un artista. Nelle sue parole, la tenerezza verso il passato e la fiducia in un presente diverso.

Continua a leggere...

Chi è

E’ dal 1985 che scrivo di danza e che racconto la danza sulla carta stampata. Recensioni, inchieste, interviste, presentazioni di spettacoli riempiono le mie giornate da 30 anni.

Mi definisco una giornalista  indipendente. Un critico di danza? Certo! Ma soprattutto un’osservatrice attenta ai casi della danza, un’esperta di politica culturale, un’inviata che si muove fra leggi e regolamenti, una cronista curiosa di indagare cosa accade dietro le quinte, ma anche un’attivista determinata che scende in campo in prima persona accanto ad artisti, operatori culturali e insegnanti con l’intento di dare dignità alla danza, allo spettacolo e alla cultura.

Ho cominciato a scrivere di danza utilizzando una Olivetti in un tempo in cui non esistevano computer, fax, telefoni cellulari, internet e social network. Nel tempo la tecnologia è cambiata. Quel che non è cambiata è la mia onestà intellettuale, il mio amore per la danza. Migliaia di articoli pubblicati sono il mio biglietto da visita. La vostra fiducia e il vostro consenso la mia soddisfazione più grande.

Il desiderio di promuovere la danza, di condividere notizie e comunicati, informazioni e riflessioni mi ha portato a far nascere Danzaeffebi, nel dicembre 2013.  Non so se definirlo un web magazine, un portale di danza o un contenitore di informazioni preziose. Per me è semplicemente un danza news, oggettivo e obiettivo, uno sguardo a trecentosessanta gradi sul mondo della danza dedicato ai professionisti, agli allievi e agli appassionati di danza e delle arti dello spettacolo.

Danzaeffebi contiene notizie e curiosità, commenti e approfondimenti di cronaca, politica culturale, economia e welfare che coinvolgono il mondo della danza. Aperto a più firme, propone recensioni, interviste e pillole di storia della danza. Costantemente aggiornato, segnala audizioni, bandi, stage e concorsi, nonché mostre, incontri, convegni e libri. Offre inoltre presentazioni di spettacoli, da classici del repertorio a quelli contemporanei.

Danzaeffebi vuole essere un punto di riferimento affidabile, una fonte di notizie certe, uno strumento di lavoro, una piattaforma capace di stimolare la riflessione e il pensiero critico.

Francesca Bernabini

Francesca Bernabini

design THE CLOCKSMITHS . development DEHLIC . cookie policy