FOCUS ON
Pina Bausch: la rivoluzione della danza. Il Focus Pina del Festival Danza Estate di Bergamo
Pina Bausch: la rivoluzione della danza. Il Focus Pina del Festival Danza Estate di Bergamo

Pina Bausch: la rivoluzione della danza. Il Focus Pina del Festival Danza Estate di Bergamo

Dal 7 al 17 giugno 2018 il Festival Danza Estate dedica un particolare focus a Pina Bausch proponendo a Bergamo la mostra fotografica Pina Bausch vista da Maarten Vanden Abeele, il documentario-spettacolo Un secolo di danza. Omaggio a Pina, di Sonia Schoonejanes e Artemis Danza, coreografia Monica Casadei, l’incontro Pina Bausch: un’eredità in movimento condotto da Francesca Pedroni con la partecipazione di Damiano Ottavio Bigi, la proiezione di documentari, il debutto di Heroes di Monica Casadei e The Nelken – Line, la celebre “camminata” di Pina Bausch per le strade della città.

Continua a leggere...

DANZA NEWS
Assegnate a Greta Francolini, Donatella Morrone, Ilenia Romano e Andrea Zardi le borse di studio del bando di Anghiari Dance Hub 2018 per i giovani coreografi
Assegnate a Greta Francolini, Donatella Morrone, Ilenia Romano e Andrea Zardi le borse di studio del bando di Anghiari Dance Hub 2018 per i giovani coreografi

Assegnate a Greta Francolini, Donatella Morrone, Ilenia Romano e Andrea Zardi le borse di studio del bando di Anghiari Dance Hub 2018 per i giovani coreografi

Sono state assegnate a Greta Francolini, Donatella Morrone, Ilenia Romano e Andrea Zardi le borse di studio per la quarta edizione del bando di Anghiari Dance Hub per i giovani coreografi. I quattro coreografi e i loro interpreti saranno accompagnati, dal mese di settembre 2018 in un percorso di ricerca nell'ambito del quale avranno la possibilità di confrontarsi con esperti di diversi settori con l'obiettivo di supportare la realizzazione dei singoli progetti coreografici.

Continua a leggere...

A Milano
Serata Nureyev al Teatro alla Scala con Svetlana Zakharova, Roberto Bolle, Marianela Nuñez, Vadim Muntagirov, Germain Louvet
Serata Nureyev al Teatro alla Scala con Svetlana Zakharova, Roberto Bolle, Marianela Nuñez, Vadim Muntagirov, Germain Louvet

Serata Nureyev al Teatro alla Scala con Svetlana Zakharova, Roberto Bolle, Marianela Nuñez, Vadim Muntagirov, Germain Louvet

Dal 24 al 29 maggio 2018 quattro serate con le étoile Svetlana Zakharova, Roberto Bolle, Marianela Nuñez, Vadim Muntagirov, Germain Louvet per ricordare l’ottantesimo anniversario della nascita e il venticinquesimo anniversario della scomparsa di Rudolf Nureyev. In scena il Corpo di ballo scaligero e gli allievi dell’Accademia Teatro alla Scala. Il 24 Serata straordinaria a favore della Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus per i bambini di Haiti. Biglietti per il 25, 26 e 29 in vendita da venerdì 23 marzo 2018.

Continua a leggere...

A Roma
Al Teatro dell’Opera di Roma attracca la nave Indomitable: c’è Billy Budd di Benjamin Britten.
Al Teatro dell’Opera di Roma attracca la nave Indomitable: c’è Billy Budd di Benjamin Britten.

Al Teatro dell’Opera di Roma attracca la nave Indomitable: c’è Billy Budd di Benjamin Britten.

Da non perdere al Teatro dell’Opera di Roma Billy Budd di Britten. La regia di Deborah Warner ha ricevuto l’International Opera Award, l’oscar della lirica, ed è ricca di sfumature potenziate da scene, luci e costumi. La direzione musicale è curata da James Conlon, con un cast interamente maschile con Phillip Addis (Billy Budd), Toby Spence (Capitano Vere) e John Relyea (Claggart) nei ruoli principali. La storia tratta da Melville, con libretto di Eric Crozier e di Edward Morgan Forster, è ambientata nel Settecento sulla nave Indomitable, in un’epoca di ammutinamenti. L’universale tema della giustizia con risvolti omosessuali fa da cornice a una musica stupenda, con colori scuri, cori potenti, ampiezza sonora. In scena fino al 15 maggio.

Continua a leggere...

L'intervista
A colloquio con Francesco Giambrone: il Corpo di ballo del Teatro Massimo di Palermo non chiude.
A colloquio con Francesco Giambrone: il Corpo di ballo del Teatro Massimo di Palermo non chiude.

A colloquio con Francesco Giambrone: il Corpo di ballo del Teatro Massimo di Palermo non chiude.

A guardarlo sembra un “marine” della cultura. Nel sentirlo parlare vien fuori l’affabulatore siciliano. E’ Francesco Giambrone, sovrintendente della Fondazione del Teatro Massimo di Palermo che ci conferma il percorso di crescita del Corpo di Ballo con il coordinamento di Marco Bellone. Tempi maturi per un direttore per la danza. «Il Teatro Massimo è un grande teatro e può continuare ad esserlo anche grazie al contributo del Corpo di Ballo». Dopo La Grande Danza (Doda, Duato, Kiliàn), in programma Micha van Hoecke e Carolyn Carlson. Tra le politiche culturali del teatro iniziative per bambini, per giovani, per genitori e quelle in campo sociale senza dimenticare le collaborazioni con altre istituzioni nell’anno di Palermo capitale della cultura.

Continua a leggere...

Danza in DVD
Dancer, film documentario di Steven Cantor sulla vita dell’enfant terrible della danza Sergei Polunin ora in DVD.
Dancer, film documentario di Steven Cantor sulla vita dell’enfant terrible della danza Sergei Polunin ora in DVD.

Dancer, film documentario di Steven Cantor sulla vita dell’enfant terrible della danza Sergei Polunin ora in DVD.

Dancer, il film documentario di Steven Cantor che immortala la vita e l’arte dell’enfant terrible della danza Sergei Polunin, è disponibile ora in DVD con sottotitoli in italiano nei migliori negozi e negli store online. Solo sul sito CG Entertainment è possibile avere una delle 100 copie che Sergei Polunin ha autografato per i fan italiani.

Continua a leggere...

Chi è

E’ dal 1985 che scrivo di danza e che racconto la danza sulla carta stampata. Recensioni, inchieste, interviste, presentazioni di spettacoli riempiono le mie giornate da 30 anni.

Mi definisco una giornalista  indipendente. Un critico di danza? Certo! Ma soprattutto un’osservatrice attenta ai casi della danza, un’esperta di politica culturale, un’inviata che si muove fra leggi e regolamenti, una cronista curiosa di indagare cosa accade dietro le quinte, ma anche un’attivista determinata che scende in campo in prima persona accanto ad artisti, operatori culturali e insegnanti con l’intento di dare dignità alla danza, allo spettacolo e alla cultura.

Ho cominciato a scrivere di danza utilizzando una Olivetti in un tempo in cui non esistevano computer, fax, telefoni cellulari, internet e social network. Nel tempo la tecnologia è cambiata. Quel che non è cambiata è la mia onestà intellettuale, il mio amore per la danza. Migliaia di articoli pubblicati sono il mio biglietto da visita. La vostra fiducia e il vostro consenso la mia soddisfazione più grande.

Il desiderio di promuovere la danza, di condividere notizie e comunicati, informazioni e riflessioni mi ha portato a far nascere Danzaeffebi, nel dicembre 2013.  Non so se definirlo un web magazine, un portale di danza o un contenitore di informazioni preziose. Per me è semplicemente un danza news, oggettivo e obiettivo, uno sguardo a trecentosessanta gradi sul mondo della danza dedicato ai professionisti, agli allievi e agli appassionati di danza e delle arti dello spettacolo.

Danzaeffebi contiene notizie e curiosità, commenti e approfondimenti di cronaca, politica culturale, economia e welfare che coinvolgono il mondo della danza. Aperto a più firme, propone recensioni, interviste e pillole di storia della danza. Costantemente aggiornato, segnala audizioni, bandi, stage e concorsi, nonché mostre, incontri, convegni e libri. Offre inoltre presentazioni di spettacoli, da classici del repertorio a quelli contemporanei.

Danzaeffebi vuole essere un punto di riferimento affidabile, una fonte di notizie certe, uno strumento di lavoro, una piattaforma capace di stimolare la riflessione e il pensiero critico.

Francesca Bernabini

Francesca Bernabini

design THE CLOCKSMITHS . development DEHLIC . cookie policy