La recensione
Kreatur di Sasha Waltz apre REf17: una riflessione sul potere, sul controllo e sulla libertà.
Kreatur di Sasha Waltz apre REf17: una riflessione sul potere, sul controllo e sulla libertà.

Kreatur di Sasha Waltz apre REf17: una riflessione sul potere, sul controllo e sulla libertà.

Il Romaeuropa festival 2017 si è aperto con l’acclamata coreografa tedesca Sasha Waltz e con la sua ultima opera: Kreatur in prima nazionale al Teatro Argentina di Roma. Un’opera che ha posto all’artista nuove sfide, portandola a sperimentarsi con percorsi nuovi e nuove collaborazioni. Kreatur è un’opera potente che indaga la fragilità umana e si interroga sulle sfaccettature del potere, sul controllo e sulla libertà con una risposta alle proprie paure.

Continua a leggere...

La recensione
La Butterfly di Kinkaleri: un’apparente semplicità trasforma l’opera lirica in deliziosa performance per tutte le età.
La Butterfly di Kinkaleri: un’apparente semplicità trasforma l’opera lirica in deliziosa performance per tutte le età.

La Butterfly di Kinkaleri: un’apparente semplicità trasforma l’opera lirica in deliziosa performance per tutte le età.

La riscrittura di Butterfly di Giacomo Puccini viene proposta da Kinkaleri con seria leggerezza mescolando il recitar cantando dell’opera lirica con linguaggi visivi contemporanei. Maschere bidimensionali, nastro adesivo per la scenografia, una telecamera che proietta i movimenti del performer Marco Mazzoni con la soprano Yanmei Yang. La performance affascina e coinvolge un pubblico da 6 a 99 anni.

Continua a leggere...

DANZA NEWS
Premio Prospettiva Danza Teatro 2017: Nicolò Abbattista, Leonardo Diana, Carlo Massari e Erica Mattioli i quattro finalisti selezionati.
Premio Prospettiva Danza Teatro 2017: Nicolò Abbattista, Leonardo Diana, Carlo Massari e Erica Mattioli i quattro finalisti selezionati.

Premio Prospettiva Danza Teatro 2017: Nicolò Abbattista, Leonardo Diana, Carlo Massari e Erica Mattioli i quattro finalisti selezionati.

Nicolò Abbattista, Leonardo Diana, Carlo Massari e Erica Mattioli: questi i quattro giovani coreografi selezionati per il Premio Prospettiva Danza Teatro 2017. I quattro finalisti si esibiranno il 15 ottobre 2017 al Teatro Verdi di Padova. Il vincitore si aggiudicherà il Premio di 5.000 euro, svolgerà una residenza coreografica presso la sala del Ridotto del Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Padova e sarà inserito per diritto nel cartellone di Prospettiva Danza Teatro 2018. Un ulteriore aiuto economico arriverà dalla Fondazione CreativaMente.

Continua a leggere...

La recensione
Zorba il Greco di Lorca Massine al Teatro San Carlo di Napoli: applausi instancabili e tris del finale.
Zorba il Greco di Lorca Massine al Teatro San Carlo di Napoli: applausi instancabili e tris del finale.

Zorba il Greco di Lorca Massine al Teatro San Carlo di Napoli: applausi instancabili e tris del finale.

Accolto con grande successo al Teatro San Carlo di Napoli Zorba il Greco di Lorca Massine. David Khozashvili nel ruolo di Zorba trasuda un entusiasmo contagioso, incarnando lo spirito ottimista e gioioso degli elleni. Alessandro Staiano mostra le sue ottime capacità attoriali calandosi perfettamente nel ruolo di John. Anna Chiara Amirante sfodera tutta la sua elegante danza nei panni di Marina. Virile e sicuro è Stanislao Capissi nel ruolo del geloso Manolios. Struggente è Candida Sorrentino nella scena della follia di Madame Hortense. Nel finale Khozashvili e Staiano suscitano il plauso degli spettatori con i loro virtuosismi e la compagnia regala al pubblico un acclamatissimo “tris” del finale.

Continua a leggere...

Scuole di danza
Vorrei iscrivere mio figlia a danza. Conversazioni tra genitori e insegnanti (seconda parte)
Vorrei iscrivere mio figlia a danza. Conversazioni tra genitori e insegnanti (seconda parte)

Vorrei iscrivere mio figlia a danza. Conversazioni tra genitori e insegnanti (seconda parte)

Cosa passa veramente per la testa agli insegnanti di danza quando un genitore non troppo addentrato nel mondo della danza chiede informazioni per iscrivere sua figlia? Ecco cinque nuove situation comedy di assoluta fantasia, volutamente esagerate per riderci su, senza offesa per nessuno.

Continua a leggere...

L'intervista
Giuseppe Picone racconta il suo primo anno alla direzione del Corpo di Ballo del Teatro San Carlo
Giuseppe Picone racconta il suo primo anno alla direzione del Corpo di Ballo del Teatro San Carlo

Giuseppe Picone racconta il suo primo anno alla direzione del Corpo di Ballo del Teatro San Carlo

Ad un anno dall’insediamento al Teatro San Carlo, il direttore del Corpo di Ballo Giuseppe Picone racconta le sfide e i traguardi dei primi dodici mesi alla guida della compagnia, insieme alle aspettative per l’imminente stagione 2017-2018. Nelle sue parole, l’impegno nella valorizzazione dei ballerini del teatro, nell’investimento sul repertorio classico e su nuove produzioni, e nell’avvicinamento del pubblico al balletto. E poi ancora: la missione di un direttore, le qualità di una stella e la chiave del successo.

Continua a leggere...

A Milano
Roberto Bolle e Marianela Nuñez in Onegin di John Cranko al Teatro alla Scala
Roberto Bolle e Marianela Nuñez in Onegin di John Cranko al Teatro alla Scala

Roberto Bolle e Marianela Nuñez in Onegin di John Cranko al Teatro alla Scala

Continua a leggere...

In Lombardia
Rosas Danst Rosas di Anne Teresa De Keersmaeker al Ponchielli di Cremona e a MilanOltre
Rosas Danst Rosas di Anne Teresa De Keersmaeker al Ponchielli di Cremona e a MilanOltre

Rosas Danst Rosas di Anne Teresa De Keersmaeker al Ponchielli di Cremona e a MilanOltre

Continua a leggere...

Chi è

E’ dal 1985 che scrivo di danza e che racconto la danza sulla carta stampata. Recensioni, inchieste, interviste, presentazioni di spettacoli riempiono le mie giornate da 30 anni.

Mi definisco una giornalista  indipendente. Un critico di danza? Certo! Ma soprattutto un’osservatrice attenta ai casi della danza, un’esperta di politica culturale, un’inviata che si muove fra leggi e regolamenti, una cronista curiosa di indagare cosa accade dietro le quinte, ma anche un’attivista determinata che scende in campo in prima persona accanto ad artisti, operatori culturali e insegnanti con l’intento di dare dignità alla danza, allo spettacolo e alla cultura.

Ho cominciato a scrivere di danza utilizzando una Olivetti in un tempo in cui non esistevano computer, fax, telefoni cellulari, internet e social network. Nel tempo la tecnologia è cambiata. Quel che non è cambiata è la mia onestà intellettuale, il mio amore per la danza. Migliaia di articoli pubblicati sono il mio biglietto da visita. La vostra fiducia e il vostro consenso la mia soddisfazione più grande.

Il desiderio di promuovere la danza, di condividere notizie e comunicati, informazioni e riflessioni mi ha portato a far nascere Danzaeffebi, nel dicembre 2013.  Non so se definirlo un web magazine, un portale di danza o un contenitore di informazioni preziose. Per me è semplicemente un danza news, oggettivo e obiettivo, uno sguardo a trecentosessanta gradi sul mondo della danza dedicato ai professionisti, agli allievi e agli appassionati di danza e delle arti dello spettacolo.

Danzaeffebi contiene notizie e curiosità, commenti e approfondimenti di cronaca, politica culturale, economia e welfare che coinvolgono il mondo della danza. Aperto a più firme, propone recensioni, interviste e pillole di storia della danza. Costantemente aggiornato, segnala audizioni, bandi, stage e concorsi, nonché mostre, incontri, convegni e libri. Offre inoltre presentazioni di spettacoli, da classici del repertorio a quelli contemporanei.

Danzaeffebi vuole essere un punto di riferimento affidabile, una fonte di notizie certe, uno strumento di lavoro, una piattaforma capace di stimolare la riflessione e il pensiero critico.

Francesca Bernabini

Francesca Bernabini

design THE CLOCKSMITHS . development DEHLIC . cookie policy