A Roma

All’Opera di Roma L’Arlésienne, Le Jeune Homme et la Mort e Carmen per Soirée Roland Petit con Eleonora Abbagnato

Il Corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma è in scena da venerdì 8 al 14 settembre 2017, in una nuova Soirée Roland Petit. In programma tre capolavori del coreografo francese: L’Arlésienne con Rebecca Bianchi, Sara Loro e Alessio Rezza; Le Jeune Homme et la Mort con Eleonora Abbagnato, Stéphane Buillon e Giacomo Luci; Carmen interpretato nei ruoli principali da Natasha Kusch, Rebecca Bianchi, Michele Satriano e Claudio Cocino. Tre gioielli della coreografia del Novecento che hanno quale filo conduttore l’amore, l’ossessione e la morte.

Dal 08 . 09 . 2017 al 14 . 09 . 2017

Roma - Teatro dell'Opera

Il Corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma diretto da Eleonora Abbagnato porta in scena da venerdì 8 al 14 settembre 2017, una nuova Soirée Roland Petit, una Serata dedicata al coreografo francese che comprende tre suoi capolavori ripresi per il Corpo di ballo romano da Luigi Bonino, L’Arlésienne (1974), Le Jeune Homme et la Mort (1946) e Carmen (1949), tre gioielli  della coreografia del Novecento che hanno quale filo conduttore l’amore, l’ossessione e la morte.

Ispirato al lavoro letterario e poi teatrale di Alphonse Daudet con musiche di Bizet del 1872, L’Arlésienne creato da Roland Petit nel 1974, sintetizza in una sola giornata il drammatico amore tra due giovani promessi sposi: Viviette, verginale e amorevole fanciulla che tenta in tutti modi di catturare le attenzioni dell’amato; Frederi, vero protagonista del balletto, un giovane ossessionato dal ricordo de L’Arlesienne, una donna di Arles, da lui amata in passato, una figura che mai compare in scena e che lui non riesce a dimenticare. Vane le amorevoli attenzioni di Viviette che tenta di assecondarlo. Frederi vorrebbe corrispondere i sentimenti della giovane, vorrebbe partecipare all’allegria della festa provenzale  che ha i colori di un quadro di Van Gogh, ma è un giovane infelice che fa i conti con la sua pazzia. Tragico l’epilogo. Frederi insegue sempre più il fantasma della sua Arlesienne: il ricordo visionario lo logora, lo travolge, gli offusca la mente e lo spinge a lanciarsi dalla finestra togliendosi la vita.

Nelle recite al Teatro dell’Opera interpretano il ruolo di Viviette  Rebecca Bianchi e Sara Loro. Frederi sarà interpretato da Alessio Rezza, acclamato protagonista di questo ruolo già alle Terme di Caracalla e un anno fa a Modena in una tournée del Corpo di ballo capitolino. Di seguito Alessio Rezza nell’assolo finale del balletto alle Terme di Caracalla nel 2013.

Analogo epilogo segna Le jeune homme et la mort, uno dei capolavori del coreografo francese. Creato da Roland Petit nel 1946, Le jeune homme et la mort è un balletto esistenzialista, su libretto di Jean Cocteau, costruito sulla Passacaglia di Bach. In questo balletto una bellissima donna dall’abito giallo spinge un giovane in salopette al suicidio, per poi rivelarsi a lui come la Morte. Qui lo scenario in cui si consuma il dramma del giovane non ha i colori di una calda sera d’estate in Provenza come ne L’Arlésienne, ma le luci notturne e radenti di una stanza in un sottotetto parigino. E se Frederi è reso folle dal ricordo, qui il giovane è solo nel crudele e sensuale gioco seduttivo della Morte.

Interpreti di questo duetto bellissimo e carico di affascinante tentazione Eleonora Abbagnato con Stéphane Buillon, étoile dell’Opéra di Parigi, in alternanza con Giacomo Luci.

Di seguito vi proponiamo il balletto nell’interpretazione di Eleonora Abbagnato e di Nicolas Le Riche nella sua serata di addio alle scene all’Opéra di Parigi.

 

Chiude lo spettacolo Carmen, certamente una delle più belle versioni coreografiche della novella di Prosper Mérimée, un balletto che debuttò a Londra nel 1949 consacrando il genio di Roland Petit a livello internazionale. Certamente i passi a due d’amore e di morte tra Carmen e Don Josè, originariamente interpretati da lui e dalla moglie e musa Zizi Jeanmarie,  sono tra i più sensuali, belli e passionali della storia del balletto. Sono sottile seduzione, ardente passione e vera e propria lotta fra amanti giocata con la raffinatezza e l’eleganza che caratterizza tutti i lavori di Roland Petit. Carmen e José sono personaggi vivi e palpitanti. Lei con la sua provocante e sensuale eleganza è l’essenza della seduzione. Lui è un elegante gentiluomo, che si lascia sedurre, che seduce e che uccide per folle di gelosia.

Di seguito un foglio d’album, un video del 1956 con Roland Petit e Zizi Jeanmarie nel duetto nella camera da letto di Don Josè, dopo la prima notte d’amore. Carmen con la sua sensualità riaccende i sensi di Don José che mostra già i primi segni di gelosia e voglia di possesso appena la sigaraia si affaccia alla finestra.

 

All’Opera di Roma nel ruolo di Carmen si alterneranno l’ospite ucraina Natasha Kusch  e Rebecca Bianchi mentre Don José sarà interpretato da Michele Satriano e da Claudio Cocino.

La Soirée Roland Petit è in scena al Teatro Costanzi venerdì 8 settembre 2017 alle ore 20.00, sabato 9 settembre 2017 alle ore 18.00, domenica 10 settembre 2017 alle ore 16.30, martedì 12 settembre 2017 alle ore 20.00, mercoledì 13 settembre 2017 alle ore 20.00 e giovedì 14 settembre 2017 alle ore 20.00. Info:  www.operaroma.it.

Segnaliamo che grazie all’accordo tra Trenitalia e il Teatro dell’Opera di Roma sono previsti biglietti ridotti per i treni del servizio nazionale e ingresso scontato agli spettacoli del Teatro dell’Opera di Roma.

Segnaliamo inoltre che il Corpo di ballo dell’Opera di Roma porterà in tournée in Francia una Soirée Roland Petit. Lo spettacolo andrà in scena il 10 dicembre 2017 a Cannes al Palais des Festivals – Grand Auditorium, nell’ambito del prestigioso Festival de la Danse diretto da Brigitte Lefèvre. In programma L’Arlésienne, Carmen e La rose malade, altro capolavoro di Roland Petit che vedrà Eleonora Abbagnato interpretare il ruolo creato dal coreografo francese per Maya Plisetskaya.

Francesca Bernabini

07/08/2017

Foto: 1. Eleonora Abbagnato e Stephane Bullion, Le jeune homme et la mort di Roland Petit, ph. Rolando Paolo Guerzoni; 2. Eleonora Abbagnato, Le jeune homme et la mort di Roland Petit;  3.-4. Eleonora Abbagnato e Stephane Bullion, Le jeune homme et la mort di Roland Petit, ph. Rolando Paolo Guerzoni; 5. Alessio Rezza e Rebecca Bianchi, L’Arlesienne di Roland Petit, ph. Rolando Paolo Guerzoni; 6.-8. Natasha Kusch, Carmen di Roland Petit; 9. la locandina di Soirée Roland Petit al Teatro dell’Opera di Roma.

Scrivi il tuo commento

design THE CLOCKSMITHS . development DEHLIC . cookie policy