A Roma

Don Chisciotte di Laurent Hilarie ispirato alla versione di Mikhail Baryshnikov, apre la stagione 2017-2018 al Teatro dell’Opera. Protagonisti Iana Salenko, Isaac Hernández, Angelo Greco, Susanna Salvi e Alessio Rezza.

Dal 15 . 11 . 2017 al 23 . 11 . 2017

Roma - Teatro dell'Opera

La stagione 2017-2018 del Teatro dell’Opera di Roma si apre il 15 novembre 2017 con una nuova produzione di balletto e non con un opera lirica come di consueto. Ad inaugurare la stagione è una nuova versione di Don Chisciotte con le coreografie di Laurent Hilarie ispirate alla versione creata da Mikhail Baryshnikov per l’American Ballet Theatre, basata sull’originale di Marius Petipa e poi di Alexander Gorky su musica di Ludwig Minkus. Nove le recite dal 15 al 23 novembre 2017.

Si tratta di un evento unico enfatizzato dalla presenza a Roma di due grandi protagonisti del balletto mondiale: l’étoile Laurent Hilaire attualmente Direttore Artistico dello Stanislavsky Ballet di San Pietroburgo, e il mito vivente Mikhail Baryshnikov.

Don Chisciotte  era il mio sogno, ed è il sogno di tanti bambini e adulti. E Mikhail Baryshnikov è il sogno per tutti noi, amanti o meno del balletto – ha affermato la Direttrice del Corpo di ballo Eleonora Abbagnato durante la conferenza stampa di presentazione della stagione – Sono perciò fiera di annunciare che Misha verrà a Roma il prossimo autunno per seguire questo nuovo allestimento. E’ infatti sua l’idea di affidare a Laurent Hilaire  una rivisitazione della sua versione di Don Chisciotte, una versione che fu presentata per la prima volta il 28 marzo 1978 al Kennedy Center Opera House di Washington e danzata dalle maggiori compagnie internazionali. Ne abbiamo parlato a lungo a Parigi ed è stato Baryshnikov  a darmi idea di scegliere Hilaire. Tra loro c’è un legame molto forte, un legame che incrocia anche il nome di Nureyev”.

La coreografia del francese Hilaire dal punto di vista dell’azione sarà molto teatrale e cinematografica e, pur rimanendo fedele alla versione di Mikhail Baryshnikov, intende aggiungere delle danze che rimandano alla struttura originaria di Marius Petipa. Tutta la tradizione ballettistica è nelle mani del maestro e coreografo Laurent Hilaire che intende realizzare un balletto narrativo e ludico, realista e vivace, rendendo la tradizione e la pantomima accessibili al grande pubblico.

Questa produzione vedrà in teatro anche grandi guest: Iana Salenko, Isaac Hernández e Angelo Greco. 

Iana Salenko principal dancer dell’Opera di Berlino, sarà Kitri il 15, 16, 17, 18 (ore 20.00), 19 e 21 novembre 2017. Eccola in una delle più celebri variazioni del balletto:

 

Isaac Hernández, principal dancer dell’English National Ballet, sarà Basilio il 15, 16 e 17 novembre 2017. Eccolo in una delle principali variazioni maschili del balletto:

 

Da non perdere anche il Basilio di Angelo Greco, un giovanissimo nominato lo scorso febbraio principal dancer del San Francisco Ballet. Diplomato a pieni voti nel 2014 alla Scuola di ballo dell’Accademia Teatro alla Scala, è entrato subito nel corpo di ballo scaligero dove l’allora direttore Vaziev lo fa debuttare dopo neppure un mese nel ruolo di Basilio nel Don Chisciotte di Rudolf Nureyev. Tanti i ruoli nel suo primo anno in compagnia coronati da una nomina  nell’agosto 2015 a solista. Nell’estate 2016 vola a San Francisco dove nel febbraio 2017 è nominato Principal a soli 21 anni. Un grazie a Eleonora Abbagnato che porta per la prima volta sul palco del Teatro dell’Opera di Roma un orgoglio italiano all’estero, nella logica di una sana politica di valorizzazione dei nostri talenti nel mondo che si è aperta nelle passate stagioni con la presenza a Roma di Vito Mazzeo e Claudio Coviello, una politica che si affianca alla crescita e alla valorizzazione del corpo di ballo romano.

Accanto a questi ospiti di eccezione anche la coppia Susanna Salvi e Alessio Rezza, nelle recite del 18 (ore 15.00), 22 e 23 novembre 2017, due ballerini del corpo di ballo capitolino capaci di reggere il fuoco e le fiamme virtuosistiche dei ruoli. Con tutto il Corpo di ballo dell’Opera di Roma, restituiranno con la loro bravura e interpretazione tutta la briosità di questo balletto, sostenuta in questa versione da una scena pop art originale di grande impatto e una varietà di costumi dal sapore fumettistico, entrambi del Maestro Vladimir Radunsky.

Ad eseguire la partitura di Mikus l’Orchestra del Teatro dell’Opera diretta da David Garforth.

Per cominciare ad assaporare questo nuovo Don Chisciotte vi proponiamo un estratto della versione coreografica firmata da Mikhail Baryshnikov, punto di partenza di questo nuovo allestimento, una versione che chiede a tutti gli interpreti grande virtuosismo e grandi capacità attoriali.

Questo nuovo Don Chisciotte è in scena mercoledì 15 novembre 2017 alle ore 19.00, giovedì 16 novembre 2017 alle ore 20.00, venerdì 17 novembre 2017 alle ore 20.00, sabato 18 novembre 2017 alle ore 15.00 e alle 20.00, domenica 19 novembre 2017 alle 16.30, martedì 21 novembre 2017 alle ore 20.00, mercoledì 22 novembre alle ore 20.00 e giovedì 23 novembre 2017 alle ore 20.00. Info: www.operaroma.it.

Francesca Bernabini

07/08/2017

Foto: 1. Iana Salenko, Don Chisciotte, ph. Carlos Quezada; 2. Iana Salenko, ph. Enrico della Valle; 3. Isaac Hernández, Don Chisciotte, ph. Sila Avvakum; 4. Angelo Greco, Don Chisciotte di Rudolf Nureyev, ph. Marco Brescia e Rudy Amisano, Teatro alla Scala; 5. Angelo Greco, Don Chisciotte; 6. Alessio Rezza, Don Chisciotte. Teatro dell’Opera di Roma, ph. Lelli & Masotti; 7. Laurent Hilaire; 8. Mikhail Baryshnikov, ph. by Annie Leibovitz..

Scrivi il tuo commento

design THE CLOCKSMITHS . development DEHLIC . cookie policy