La recensione
Sulla felicità di Sosta Palmizi. Sorriso, ironia e bellezza aprono la rassegna Il teatro che danza del Teatro di Roma.
Sulla felicità di Sosta Palmizi. Sorriso, ironia e bellezza aprono la rassegna Il teatro che danza del Teatro di Roma.

Sulla felicità di Sosta Palmizi. Sorriso, ironia e bellezza aprono la rassegna Il teatro che danza del Teatro di Roma.

Il collaudato confronto Sulla felicità di Giorgio Rossi ha aperto con grande successo, al Teatro Argentina, la terza edizione della rassegna romana Il Teatro che danza. Tra tenerezza, ironia e comicità, gli artisti associati di Sosta Palmizi offrono al pubblico le loro personali storie e visioni felici.

Continua a leggere...

DANZA NEWS
Teatro alla Scala di Milano. La stagione di Balletto 2017-2018 di Frédéric Olivieri.
Teatro alla Scala di Milano. La stagione di Balletto 2017-2018 di Frédéric Olivieri.

Teatro alla Scala di Milano. La stagione di Balletto 2017-2018 di Frédéric Olivieri.

Improntata sul balletto classico con interessanti aperture al contemporaneo la stagione di balletto scaligera 2017-2018 presentata dal sovrintendente Alexander Pereira e dal neodirettore Frédéric Olivieri. La Dame aux camélias di John Neumeier con Svetlana Zakharova e Roberto Bolle inaugura la stagione il 17 dicembre 2017. Segue Goldberg-Variationen di Heinz Spoerli per il progetto di balletti su musica da camera. Un nuovo trittico di balletti vede il debutto di Mahler 10 della canadese Aszure Barton accanto a Petite Mort di Jiří Kylián e dal Boléro di Maurice Béjart. Torna poi il balletto classico nella sua forma più sfarzosa con Le Corsaire di Anna-Marie Holmes. Doppio omaggio a Rudolf Nureyev con Serata Nureyev e Don Chisciotte. Chiude L'histoire de Manon di Kenneth MacMillan. Ospite, a settembre 2018, il Corpo di Ballo del Teatro Bolshoi, in scena al Piermarini con Bayadère e Bisbetica domata.

Continua a leggere...

La recensione
Progetto Händel di Mauro Bigonzetti: festa barocca al Teatro alla Scala
Progetto Händel di Mauro Bigonzetti: festa barocca al Teatro alla Scala

Progetto Händel di Mauro Bigonzetti: festa barocca al Teatro alla Scala

Balletto neoclassico raffinato ed elegante, Progetto Händel di Mauro Bigonzetti per il Teatro alla Scala. Questo nuovo lavoro è suddiviso in due le parti. La prima parte risulta più asciutta, giocata in prevalenza su assoli e duetti e dominata dai colori nero e bianco. La seconda ha una dimensione più corale e sgargiante. Ottime le prove delle étoile Svetlana Zakharova e Roberto Bolle e degli artisti scaligeri: tutta la Compagnia guidata da Frédéric Olivieri ha dimostrato di saper padroneggiare lo stile di Bigonzetti. Successo calorosissimo per tutti: tanti gli applausi finali ma altrettanti quelli tributati a scena aperta.

Continua a leggere...

La recensione
Giulietta e Romeo di Fabrizio Monteverde: un gremito Teatro Quirino applaude il Balletto di Roma.
Giulietta e Romeo di Fabrizio Monteverde: un gremito Teatro Quirino applaude il Balletto di Roma.

Giulietta e Romeo di Fabrizio Monteverde: un gremito Teatro Quirino applaude il Balletto di Roma.

Un’opera in perfetto equilibrio tra originalità drammaturgica e coerenza coreografica: è Giulietta e Romeo di Fabrizio Monteverde. Creazione del 1989, la coreografia rinasce con successo in un nuovo allestimento curato dallo stesso coreografo per gli interpreti del Balletto di Roma e non manca di emozionare ancora a trent’anni dalla creazione. Merito dell’autore e dei nuovi interpreti (protagonisti Azzurra Schena/Giulietta e Luca Pannacci/Romeo) applauditi con entusiasmo, in tutte le date romane, da un gremito Teatro Quirino.

Continua a leggere...

La recensione
Balletto del Sud applaudito a Roma in Romeo e Giulietta di Fredy Franzutti. La storia di un amore senza tempo.
Balletto del Sud applaudito a Roma in Romeo e Giulietta di Fredy Franzutti. La storia di un amore senza tempo.

Balletto del Sud applaudito a Roma in Romeo e Giulietta di Fredy Franzutti. La storia di un amore senza tempo.

Convinti e meritati applausi per il Balletto del Sud con Romeo e Giulietta di Fredy Franzutti, andato in scena al Teatro Olimpico di Roma per il Festival Internazionale dell’Accademia Filarmonica. Creato nel 1998, conserva la propria efficacia rappresentativa grazie alla linearità narrativa, alla perfetta aderenza alla partitura di Prokof’ev, all’accuratezza dell’allestimento e agli ottimi danzatori dell’ensemble. Applausi per i protagonisti Marta Minniti (Giulietta), Alexander Yakovlev (Romeo), Stefano Sacco (Mercuzio), Alessandro De Ceglia (Tebaldo), Serena Ferri (La nutrice) e per l’intero corpo di ballo pugliese, tecnicamente saldo e interpretativamente versatile. Lo spettacolo sarà in scena a Lecce il 29 e 30 aprile 2017.

Continua a leggere...

La recensione
La Valse, Symphony in C e Shéhérazade. Tradizione e innovazione per il nuovo di trittico di balletti al Teatro alla Scala.
La Valse, Symphony in C e Shéhérazade. Tradizione e innovazione per il nuovo di trittico di balletti al Teatro alla Scala.

La Valse, Symphony in C e Shéhérazade. Tradizione e innovazione per il nuovo di trittico di balletti al Teatro alla Scala.

Molto eterogeneo il trittico di balletti al Teatro alla Scala di Milano. Due le coreografie in prima assoluta all’insegna del made in Italy, La Valse affidata agli scaligeri Stefania Ballone, Matteo Gavazzi e Marco Messina e Shéhérazade di Eugenio Scigliano, affiancate da Symphony in C capolavoro neoclassico di George Balanchine. La Valse ha il pregio di mantenere una sostanziale uniformità coreografica mentre l’asciutta Shéhérazade di Eugenio Scigliano funziona a tratti. La danza cristallina di George Balanchine incanta ancora una volta mettendo in mostra tutte le prime parti (Martina Arduino e Timofej Andrijashenko, Nicoletta Manni e Roberto Bolle, Virna Toppi e Claudio Coviello, Vittoria Valerio e Marco Agostino) e il meraviglioso Corpo di Ballo della Scala guidato da Frédéric Olivieri. Eccellente la direzione musicale di Paavo Järvi. Repliche fino al 13 maggio 2017.

Continua a leggere...

La recensione
Meritato successo per la Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala al Piccolo Teatro Strehler. Grandi coreografie per i giovani interpreti di domani.
Meritato successo per la Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala al Piccolo Teatro Strehler. Grandi coreografie per i giovani interpreti di domani.

Meritato successo per la Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala al Piccolo Teatro Strehler. Grandi coreografie per i giovani interpreti di domani.

Serata molto bella al Piccolo Teatro Strehler con gli allievi della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala diretta da Frédéric Olivieri. Le quattro coreografie proposte hanno messo in luce la versatilità e la bravura dei giovani interpreti. Dopo la Présentation ideata da Frédéric Olivieri, la rarissima Variation for Four di Anton Dolin che ha messo in luce la bravura dei quattro giovani solisti: Endi Bahaj, Nicola Barbarossa, Gabriele Consoli e Andrea Risso. Un Ballo di Jiří Kylián ha fatto emergere la versatilità della giovane compagnia mentre il Grand Pas di Paquita ha dato l’occasione per sfoggiare tutto il coté virtuosistico dell’ensemble. Ottimi Caterina Bianchi e Alessandro Cavallo come Paquita e Lucien mentre nel Pas de trois si è apprezzato ancora una volta Andrea Risso affiancato da Linda Giubelli e Alessia Auriemma.

Continua a leggere...

La recensione
I sentieri dell’animo umano: imPerfect Dancers Company con In-Faust
I sentieri dell’animo umano: imPerfect Dancers Company con In-Faust

I sentieri dell’animo umano: imPerfect Dancers Company con In-Faust

È andato in scena al Teatro Parioli di Roma, lo spettacolo In-Faust di Walter Matteini con imPerfect Dancers Company, gruppo che il coreografo dirige con Ina Broeckx dal 2009 e che dal 2011 è residente al Teatro Verdi di Pisa. Ispirata all’opera di J.W. Goethe, la creazione viaggia tra le inquietudini dell’animo umano, prigioniero del proprio desiderio e vittima di un diabolico patto. Uno studio intenso e ben ideato, che ha il merito di coinvolgere lo spettatore nelle tensioni emotive sottese al racconto, catapultandolo in un quadro ricco di suggestioni estetiche. Compagnia dal nome ‘imperfetto’, l’ensemble di Walter Matteini trova proprio nell’accuratezza coreografica il proprio segno distintivo, insieme ad una chiara omogeneità stilistica che conferma l’ottimo scambio tra l’autore e i bravi interpreti.

Continua a leggere...

La recensione
Carolyn Carlson, una poetessa che lavora con il tempo e con lo spazio
Carolyn Carlson, una poetessa che lavora con il tempo e con lo spazio

Carolyn Carlson, una poetessa che lavora con il tempo e con lo spazio

Venezia ha accolto con un calore speciale Carolyn Carlson e le sue Short Stories. In Immersion la Water Lady diventa essa stessa fluido, onda, goccia, acqua. In Wind Woman il corpo di Sara Simeoni diventa evanescente, impalpabile, un vento che soffia leggero ed effimero. In Mandala i movimenti veloci e ipnotici di Sara Orselli sembrano non avere limiti. Applausi interminabili a fine spettacolo per questo trittico, tutto femminile.

Continua a leggere...

La recensione
Robbins, Preljocaj, Ekman. Trittico d’autore al Teatro dell’Opera di Roma. Meritati applausi per il Corpo di Ballo e la direttrice Eleonora Abbagnato.
Robbins, Preljocaj, Ekman. Trittico d’autore al Teatro dell’Opera di Roma. Meritati applausi per il Corpo di Ballo e la direttrice Eleonora Abbagnato.

Robbins, Preljocaj, Ekman. Trittico d’autore al Teatro dell’Opera di Roma. Meritati applausi per il Corpo di Ballo e la direttrice Eleonora Abbagnato.

Calorosi e meritati applausi per il trittico di balletti in scena fino all’8 aprile 2017 al Teatro dell’Opera di Roma. Apre The Concert di Jerome Robbins, gioiello di creatività e ironia, un susseguirsi di scene esilaranti che proprio nell’intenzione umoristica esaltano la bravura degli interpreti. Segue Annonciation di Angelin Preljocaj con Eleonora Abbagnato e Rebecca Bianchi, duetto di folgorante bellezza, che rapisce ed emoziona. Chiude Cacti di Alexander Ekman che ammalia per freschezza e originalità espressiva, per completezza compositiva e chiara gestione coreografica del gruppo di 16 danzatori, qui splendidi interpreti contemporanei.

Continua a leggere...

La recensione
Parson Dance: ironia, forza, originalità, qualità e bravura per una compagnia cult
Parson Dance: ironia, forza, originalità, qualità e bravura per una compagnia cult

Parson Dance: ironia, forza, originalità, qualità e bravura per una compagnia cult

Si chiude a Roma il lungo tour italiano della Parsons Dance compagnia cult guidata dal coreografo David Parsons. Teatri esauriti e pubblico entusiasta in ogni tappa. Grande successo anche a Venezia per gli otto interpreti tra cui spicca l’italiana Elena D’Amario. Le sei coreografie proposte nelle 22 tappe del tour confermano il talento unico di Parson nel dosare ironia e profondità, forza e delicatezza, armonia e originalità.

Continua a leggere...

DANZA NEWS
Eleonora Abbagnato e Angelin Preljocaj presentano il Trittico contemporaneo al Teatro dell’Opera di Roma
Eleonora Abbagnato e Angelin Preljocaj presentano il Trittico contemporaneo al Teatro dell’Opera di Roma

Eleonora Abbagnato e Angelin Preljocaj presentano il Trittico contemporaneo al Teatro dell’Opera di Roma

Per Eleonora Abbagnato il Trittico in scena al Teatro dell’Opera di Roma è un’opportunità preziosa per avvicinare danzatori e spettatori alla danza del futuro, per conoscere diversi mondi della danza. Angelin Preljocaj, gradevolmente stupito dall’evoluzione dei danzatori della compagnia, ha approfondito alcuni aspetti legati all’ispirazione e alla realizzazione di Annonciation, un duetto carnale e spirituale che era nella mente di Vaslav Nijinsky.

Continua a leggere...

Guarda lo storico

design THE CLOCKSMITHS . development DEHLIC . cookie policy