Spettacolo news
Nuovo stop allo spettacolo. AGIS e C.Re.S.Co chiedono un tavolo di lavoro per tornare in scena
Nuovo stop allo spettacolo. AGIS e C.Re.S.Co chiedono un tavolo di lavoro per tornare in scena

Nuovo stop allo spettacolo. AGIS e C.Re.S.Co chiedono un tavolo di lavoro per tornare in scena

Il DPCM reso noto e illustrato ieri dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è stata una doccia fredda per tutto il mondo dello spettacolo dal vivo. Teatri, cinema e luoghi di spettacolo sono chiusi da oggi fino al prossimo 24 novembre 2020. Questo nonostante studi di settore abbiano evidenziato che i luoghi di spettacolo sono luoghi sicuri. Di seguito le lettere inviate al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro Franceschini da Agis, Associazione Generale Italiana dello spettacolo, e da C.Re.S.Co, Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea.

Continua a leggere...

Punto spettacolo
Quei fantasmi delle scuole di danza; e pensare che nessuno doveva restare indietro
Quei fantasmi delle scuole di danza; e pensare che nessuno doveva restare indietro

Quei fantasmi delle scuole di danza; e pensare che nessuno doveva restare indietro

In otto mesi di pandemia le scuole di danza non sono mai state citate in nessun decreto. Dopo mesi di interlocuzioni con il Governo, interrogazioni parlamentari e audizioni in Senato AIDAF, l’Associazione che all’interno di Agis si occupa di formazione, chiede al Governo e al Ministro Franceschini di riconoscere l’identità artistica delle scuole di danza e un sostegno economico per evitare morte certa. Nell’articolo il comunicato di Aidaf- Agis.

Continua a leggere...

In Trentino Alto Adige
La MM Contemporary Dance con Duo D’Eden di Maguy Marin e Pastorale di Michele Merola apre InDanza 2020
La MM Contemporary Dance con Duo D’Eden di Maguy Marin e Pastorale di Michele Merola apre InDanza 2020

La MM Contemporary Dance con Duo D’Eden di Maguy Marin e Pastorale di Michele Merola apre InDanza 2020

La MM Contemporary Dance Company debutta il 21 ottobre al Teatro Sociale di Trento con un nuovo dittico, un omaggio a Ludwig van Beethoven nell’anno dei festeggiamenti dei 250 anni dalla nascita. Apre Duo d’Eden capolavoro siglato Maguy Marin, un duetto del 1986 ripreso in esclusiva nazionale per la MMCDC. Chiude Pastorale di Michele Merola con i pianisti Giancarlo e Stefano Guarino e nove ballerini in scena ad interpretare i cinque movimenti della Pastorale di Beethoven.

Continua a leggere...

A Roma
Dancing Days. Al Mattatoio e al Teatro Vascello i giorni della danza del Romaeuropa Festival
Dancing Days. Al Mattatoio e al Teatro Vascello i giorni della danza del Romaeuropa Festival

Dancing Days. Al Mattatoio e al Teatro Vascello i giorni della danza del Romaeuropa Festival

Tornano a Roma, dal 23 ottobre all’1 novembre 2020, i Dancing Days, i giorni della danza del Romaeuropa Festival. Questa sezione del REF2020, a cura di Francesca Manica, indaga le tendenze europee della composizione coreografica. In scena al Mattatoio e al Teatro Vascello i lavori di Luna Cenere, Masako Matsushita, Joy Alpuerto Ritter, Viktor Cernický, Iris Karayan, Matteo Marchesi, Collettivo MINE, Simona Bertozzi e i quattro finalisti di DNAppunti Coreografici: Giacomo Citton, Alice Gosti, Stefania Tansini e Giada Vailati.

Continua a leggere...

Notizie spettacolo
Il Teatro è un luogo sicuro. Chiediamo la revisione dei limiti.
Il Teatro è un luogo sicuro. Chiediamo la revisione dei limiti.

Il Teatro è un luogo sicuro. Chiediamo la revisione dei limiti.

Un post su Facebook che confronta un’esperienza da spettatore a teatro e quella sui mezzi pubblici della capitale, un post diventato virale e associato a una petizione che chiede il superamento della limitazione a 200 posti per i luoghi di spettacolo a prescindere dalla capienza dei teatri, una limitazione che sta mettendo in ginocchio lo spettacolo dal vivo. Nell’articolo il post e il testo della petizione che vi invitiamo a firmare.

Continua a leggere...

In tournée
Spellbound Contemporary Ballet festeggia con il tour di Spellbound 25. In scena le coreografie di Marco Goecke, Marcos Morau e Mauro Astolfi
Spellbound Contemporary Ballet festeggia con il tour di Spellbound 25. In scena le coreografie di Marco Goecke, Marcos Morau e Mauro Astolfi

Spellbound Contemporary Ballet festeggia con il tour di Spellbound 25. In scena le coreografie di Marco Goecke, Marcos Morau e Mauro Astolfi

La Spellbound Contemporary Ballet, compagnia diretta da Mauro Astolfi e Valentina Marini, festeggia i suoi primi 25 anni di attività con il tour di Spellbound 25. Quattro le coreografie in scena: Marte di Marcos Morau, Äffi di Marco Goecke, Unknown Woman e Wonder Bazaar di Mauro Astolfi. Spettacoli a Catania, Pergine, Rovereto, Napoli e Roma.

Continua a leggere...

Punto spettacolo
E’ tempo di risposte. C.Re.S.Co. lancia un SOS per il teatro italiano
E’ tempo di risposte. C.Re.S.Co. lancia un SOS per il teatro italiano

E’ tempo di risposte. C.Re.S.Co. lancia un SOS per il teatro italiano

Nonostante le misure messe in campo dal Governo, le piccole e medie imprese del settore spettacolo sono sul punto di implodere. Ad accendere i fari sulla drammatica situazione in cui versano teatri, compagnie, festival e lavoratori dello spettacolo è il coordinamento C.Re.S.Co che nel comunicato pubblicato di seguito chiede il rapido avvio di un dialogo con le Istituzioni.

Continua a leggere...

Focus
Tu non puoi ballare. Gli scatti di Massimiliano Fusco raccontano l'impossibilità per molti ballerini di poter salire su un palco ed esibirsi
Tu non puoi ballare. Gli scatti di Massimiliano Fusco raccontano l'impossibilità per molti ballerini di poter salire su un palco ed esibirsi

Tu non puoi ballare. Gli scatti di Massimiliano Fusco raccontano l'impossibilità per molti ballerini di poter salire su un palco ed esibirsi

Tu non puoi ballare è il titolo provocatorio di un progetto fotografico di Massimiliano Fusco che vuole rappresentare l'attuale situazione dei ballerini e l'impossibilità, se non in rari casi, di poter salire su un palco ed esibirsi. Bellissimi scatti che raccontano il dramma di molti danzatori professionisti privi di stabile contratto, che in questi mesi hanno studiato a casa e che ancora oggi faticano a trovare una loro collocazione lavorativa.

Continua a leggere...

La recensione
Sasha Waltz inaugura Romaeuropa festival con Dialoge Roma 2020 - Terra Sacra. Un inno alla vita e alla resistenza con 22 ballerini in scena.
Sasha Waltz inaugura Romaeuropa festival con Dialoge Roma 2020 - Terra Sacra. Un inno alla vita e alla resistenza con 22 ballerini in scena.

Sasha Waltz inaugura Romaeuropa festival con Dialoge Roma 2020 - Terra Sacra. Un inno alla vita e alla resistenza con 22 ballerini in scena.

Avvio di REf 2020 con le tre serate dedicate a Sasha Waltz & Guests. In scena Dialoge Roma 2020 Terra Sacra, un progetto creato per il Romaeuropa festival sulle note della Le Sacre du printemps di Stravinsky e del Bolero di Ravel, un inno alla vita e alla resistenza. Sold out alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma con un pubblico attento e commosso che vuole tornare a rivivere appieno l’arte e la danza.

Continua a leggere...

L'intervista
Intervista a Giovanni Napoli, danzatore e coreografo, ospite del Festival Internacional de Ballet in Colombia
Intervista a Giovanni Napoli, danzatore e coreografo, ospite del Festival Internacional de Ballet in Colombia

Intervista a Giovanni Napoli, danzatore e coreografo, ospite del Festival Internacional de Ballet in Colombia

Nuovo traguardo professionale per uno dei nostri talenti italiani all’estero. Giovanni Napoli, danzatore e coreografo, oggi impegnato in Germania presso lo Staatstheater Augsburg, è stato invitato come unico artista in rappresentanza dell’Italia al Festival Inernacional de Ballet de Cali, in Colombia: per l’occasione, il 4 settembre sono state trasmesse in streaming tre delle sue creazioni. In questa intervista, ci parla della soddisfazione per questo traguardo internazionale, ma anche del suo presente lavorativo in Germania, dei progetti realizzati durante il lockdown, dei programmi imminenti e degli obiettivi futuri.

Continua a leggere...

Chi è

E’ dal 1985 che scrivo di danza e che racconto la danza sulla carta stampata. Recensioni, inchieste, interviste, presentazioni di spettacoli riempiono le mie giornate da 30 anni.

Mi definisco una giornalista  indipendente. Un critico di danza? Certo! Ma soprattutto un’osservatrice attenta ai casi della danza, un’esperta di politica culturale, un’inviata che si muove fra leggi e regolamenti, una cronista curiosa di indagare cosa accade dietro le quinte, ma anche un’attivista determinata che scende in campo in prima persona accanto ad artisti, operatori culturali e insegnanti con l’intento di dare dignità alla danza, allo spettacolo e alla cultura.

Ho cominciato a scrivere di danza utilizzando una Olivetti in un tempo in cui non esistevano computer, fax, telefoni cellulari, internet e social network. Nel tempo la tecnologia è cambiata. Quel che non è cambiata è la mia onestà intellettuale, il mio amore per la danza. Migliaia di articoli pubblicati sono il mio biglietto da visita. La vostra fiducia e il vostro consenso la mia soddisfazione più grande.

Il desiderio di promuovere la danza, di condividere notizie e comunicati, informazioni e riflessioni mi ha portato a far nascere Danzaeffebi, nel dicembre 2013.  Non so se definirlo un web magazine, un portale di danza o un contenitore di informazioni preziose. Per me è semplicemente un danza news, oggettivo e obiettivo, uno sguardo a trecentosessanta gradi sul mondo della danza dedicato ai professionisti, agli allievi e agli appassionati di danza e delle arti dello spettacolo.

Danzaeffebi contiene notizie e curiosità, commenti e approfondimenti di cronaca, politica culturale, economia e welfare che coinvolgono il mondo della danza. Aperto a più firme, propone recensioni, interviste e pillole di storia della danza. Costantemente aggiornato, segnala audizioni, bandi, stage e concorsi, nonché mostre, incontri, convegni e libri. Offre inoltre presentazioni di spettacoli, da classici del repertorio a quelli contemporanei.

Danzaeffebi vuole essere un punto di riferimento affidabile, una fonte di notizie certe, uno strumento di lavoro, una piattaforma capace di stimolare la riflessione e il pensiero critico.

Francesca Bernabini

Francesca Bernabini

design THE CLOCKSMITHS . development DEHLIC . cookie policy