La recensione
Jan Martens al REF 2022. Applausi per Any attempt will end in crushed bodies and shattered bones
Jan Martens al REF 2022. Applausi per Any attempt will end in crushed bodies and shattered bones

Jan Martens al REF 2022. Applausi per Any attempt will end in crushed bodies and shattered bones

Jan Martens è tornato al Romaeuropa Festival con Any attempt will end in crushed bodies and shattered bones. In scena 17 danzatori, professionisti e non, tra i 17 e i 70 anni, per abbracciare la diversità di espressione e di reazione. Tra sussulti personali e marce collettive, in un bipolarismo di calma e violenza, rigore e rabbia si snoda una performance che è un grido reiterato di opposizione e resistenza.

Continua a leggere...

La recensione
Anne Teresa De Keersmaeker, Sasha Waltz, Noé Soulier. Cronache dal Romaeuropa Festival 2022
Anne Teresa De Keersmaeker, Sasha Waltz, Noé Soulier. Cronache dal Romaeuropa Festival 2022

Anne Teresa De Keersmaeker, Sasha Waltz, Noé Soulier. Cronache dal Romaeuropa Festival 2022

Minimalismo, effetto ipnotico, ripetizione ossessiva di movimenti e sequenze, uso di grandi gruppi di performer in scena, caratterizzano Drumming live di Anne Teresa De Keersmaeker e In C di Sasha Waltz, due spettacoli andati in scena al Romaeuropa Festival che trovano nel dialogo con la musica dal vivo un altro punto in comune. Un uso libero di sequenze di movimento informa anche Passages, pièce site specific a firma Noé Soulier.

Continua a leggere...

La recensione
Successo per Serata Preljocaj al Teatro dell’Opera di Roma
Successo per Serata Preljocaj al Teatro dell’Opera di Roma

Successo per Serata Preljocaj al Teatro dell’Opera di Roma

Successo, al Teatro Costanzi, per Serata Preljocaj spettacolo che racchiude due titoli a firma del celebre coreografo e regista Angelin Preljocaj. In apertura l’iconico “Annonciation”, qui egregiamente interpretato da Rebecca Bianchi (Maria) e da Annalisa Cianci (L’Arcangelo). A seguire il nuovo “Nuit romaine”, un affascinante viaggio notturno tra le suggestioni di Roma. Con gli oltre cento costumi Dior, risplendono Eleonora Abbagnato e Friedemann Vogel, e brillano per energia interpretativa Alessandra Amato, Rebecca Bianchi, Susanna Salvi, Alessio Rezza, Claudio Cocino, Michele Satriano, Giacomo Castellana, Eugenia Brezzi ed Antonello Mastrangelo.

Continua a leggere...

La recensione
Forsythe / Inger / Blanc: convince il Corpo di ballo dell’Opera di Roma nel trittico contemporaneo
Forsythe / Inger / Blanc: convince il Corpo di ballo dell’Opera di Roma nel trittico contemporaneo

Forsythe / Inger / Blanc: convince il Corpo di ballo dell’Opera di Roma nel trittico contemporaneo

Dal 25 febbraio al 3 marzo 2022, il Corpo di Ballo dell’Opera di Roma, diretto da Eleonora Abbagnato, è tornato in scena con il trittico contemporaneo Forsythe / Inger / Blanc: in programma, “Herman Schmerman”, opera del 1992 del coreografo americano, per la prima volta sul palcoscenico del Costanzi, “Walking Mad”, creazione del 2001 di Johan Inger, e un nuovo titolo, “From Afar” del francese Nicolas Blanc su musica di Ezio Bosso. Una serata composita, che ha messo in luce la versatilità stilistica e l’abilità interpretativa dei danzatori. Applausi per i protagonisti, tra i quali spiccano l’étoile Susanna Salvi, i primi ballerini Michele Satriano, Alessio Rezza e Claudio Cocino, Marta Marigliani, Giacomo Castellana, Annalisa Cianci e Jacopo Giarda.

Continua a leggere...

La recensione
Promise di Sharon Eyal per la Compagnia tanzmainz ha aperto con successo il festival Equilibrio di Roma.
Promise di Sharon Eyal per la Compagnia tanzmainz ha aperto con successo il festival Equilibrio di Roma.

Promise di Sharon Eyal per la Compagnia tanzmainz ha aperto con successo il festival Equilibrio di Roma.

Scroscianti applausi hanno accolto Promise di Sharon Eyal, un lavoro intenso concepito in 6 settimane di lockdown, andato in scena in prima italiana a Roma il 12 febbraio 2022 all’Auditorium Parco della Musica per l’apertura del Festival Equilibrio. Promise è l’algoritmo umano che spiega il valore del singolo in un insieme infinito di possibilità.

Continua a leggere...

La recensione
Bentornato Schiaccianoci: al Teatro dell’Opera di Roma grande successo per il balletto di Natale firmato Giuliano Peparini
Bentornato Schiaccianoci: al Teatro dell’Opera di Roma grande successo per il balletto di Natale firmato Giuliano Peparini

Bentornato Schiaccianoci: al Teatro dell’Opera di Roma grande successo per il balletto di Natale firmato Giuliano Peparini

È in scena fino al 2 gennaio 2022, al Teatro dell’Opera di Roma, Lo Schiaccianoci di Giuliano Peparini su musica di Pëtr Il’ič Ciaikovskij, rilettura coreografica della più famosa delle favole natalizie creata nel 2015 per il Corpo di Ballo del Lirico capitolino diretto da Eleonora Abbagnato. Un successo (replicato per tre stagioni successive) che conferma anche quest’anno l’efficacia registica di Peparini e la bravura degli interpreti. Nell’articolo la recensione a firma Lula Abicca della Prima del 19 dicembre 2021. Protagonisti Susanna Salvi, una Marie dolce ma risoluta, e Michele Satriano, perfetto principe Schiaccianoci. Ottima anche la prova di Alessio Rezza nel ruolo di François, di Claudio Cocino in quello di Drosselmeyer, e di Antonello Mastrangelo nei panni del Re dei Topi-Bad Boy.

Continua a leggere...

La recensione
IGRA di Kor’sia. L’animalesco nell’uomo e un campo da tennis
IGRA di Kor’sia. L’animalesco nell’uomo e un campo da tennis

IGRA di Kor’sia. L’animalesco nell’uomo e un campo da tennis

Igra è il convincente spettacolo ideato da Mattia Russo e Antonio de Rosa del collettivo Kor’sia andato in scena al Romaeuropa Festival. Igra prosegue, approfondisce e amplia l’idea drammaturgica di Jeux di Nijinsky nel nome della fluidità dei rapporti amorosi e di una riflessione sull’evoluzione dell’uomo. Nell’articolo la recensione a firma Ippolita Papale.

Continua a leggere...

La recensione
Rifare Bach di Roberto Zappalà. Omaggio coreografico alla musica e alla bellezza del creato. Il debutto al Campania Teatro Festival
Rifare Bach di Roberto Zappalà. Omaggio coreografico alla musica e alla bellezza del creato. Il debutto al Campania Teatro Festival

Rifare Bach di Roberto Zappalà. Omaggio coreografico alla musica e alla bellezza del creato. Il debutto al Campania Teatro Festival

Applausi del pubblico al Teatro Politeama di Napoli hanno salutato il debutto di Rifare Bach, ultimo spettacolo firmato da Roberto Zappalà presentato in chiusura del Campania Teatro Festival 2021. Lo spettacolo, creato nell’ambito dei festeggiamenti della trentennale attività della Compagnia Zappalà Danza, è un omaggio coreografico alla musica del compositore tedesco e alla naturale bellezza del creato. Nell’articolo la recensione a firma Andrea Arionte.

Continua a leggere...

La recensione
Transverse Orientation al Campania Teatro Festival 2021: sold out e lunghi applausi per la nuova creazione di Dimitris Papaioannou.
Transverse Orientation al Campania Teatro Festival 2021: sold out e lunghi applausi per la nuova creazione di Dimitris Papaioannou.

Transverse Orientation al Campania Teatro Festival 2021: sold out e lunghi applausi per la nuova creazione di Dimitris Papaioannou.

Accolto con successo al Teatro Politeama di Napoli il debutto nazionale di Transverse Orientation, ultima e più recente creazione di Dimitris Papaioannou. La recensione a firma di Andrea Arionte ci racconta questo lavoro dalle tinte cinematografiche, densa di allegorie, che contrappone realtà e mito, moderno e antico, in una cruda rappresentazione della vita.

Continua a leggere...

La recensione
Sasha Waltz inaugura Romaeuropa festival con Dialoge Roma 2020 - Terra Sacra. Un inno alla vita e alla resistenza con 22 ballerini in scena.
Sasha Waltz inaugura Romaeuropa festival con Dialoge Roma 2020 - Terra Sacra. Un inno alla vita e alla resistenza con 22 ballerini in scena.

Sasha Waltz inaugura Romaeuropa festival con Dialoge Roma 2020 - Terra Sacra. Un inno alla vita e alla resistenza con 22 ballerini in scena.

Avvio di REf 2020 con le tre serate dedicate a Sasha Waltz & Guests. In scena Dialoge Roma 2020 Terra Sacra, un progetto creato per il Romaeuropa festival sulle note della Le Sacre du printemps di Stravinsky e del Bolero di Ravel, un inno alla vita e alla resistenza. Sold out alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma con un pubblico attento e commosso che vuole tornare a rivivere appieno l’arte e la danza.

Continua a leggere...

La recensione
Successo del balletto dell’Opera di Roma ne Le quattro stagioni di Giuliano Peparini al Circo Massimo
Successo del balletto dell’Opera di Roma ne Le quattro stagioni di Giuliano Peparini al Circo Massimo

Successo del balletto dell’Opera di Roma ne Le quattro stagioni di Giuliano Peparini al Circo Massimo

Calorosi e meritati applausi hanno salutato il ritorno sulle scene del Balletto dell’Opera di Roma diretto da Eleonora Abbagnato, impegnato sul palco del Circo Massimo ne Le quattro stagioni, nuova produzione firmata da Giuliano Peparini. Lo spettacolo racconta le stagioni dell’amore al di là dell’età, dei luoghi e del tempo. Rebecca Bianchi e Claudio Cocino interpretano con efficacia la sensualità dell’amore che sboccia. Marianna Suriano e Giacomo Castellana ci regalano la passione di un’estate infuocata. Susanna Salvi e Michele Satriano interpretano con profondità i silenzi e le solitudini di un amore in declino. Sara Loro e Alessio Rezza rendono in modo magistrale la devastazione di un amore che non vuole finire. Emozionante il finale con l’intero corpo di ballo in scena.

Continua a leggere...

Spettacoli Online
Le Pavillon d'Armide e Le Sacre di John Neumeier con il Corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Vienna
Le Pavillon d'Armide e Le Sacre di John Neumeier con il Corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Vienna

Le Pavillon d'Armide e Le Sacre di John Neumeier con il Corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Vienna

Il Teatro dell’Opera di Vienna propone on line da martedì 21 aprile 2020 a venerdì 24 aprile 2020 Le Pavillon d'Armide e Le Sacre due bellissimi lavori firmati da John Neumeier e dedicati alla figura di Vaslav Nijinski. Da vedere soprattutto Le Pavillon, una coreografia di struggente bellezza, un vero capolavoro che racconta la follia di Nijinsky, una coreografia di impalpabile bellezza, 70 minuti che scorrono veloci e che commuovono nel profondo. Bravissimi gli interpreti tra cui Mihail Sosnovschi, Nina Poláková, Richard Szabó, Denys Cherevychko, Maria Yakovleva, Nina Tonoli e il nostro Davide Dato. Da vede anche Le Sacre, ossia la versione di Neumeier de La Sagra della primavera di Stravinsky, una versione figlia degli anni Settanta in cui spiccano Rebecca Honor, Nikisha Frigo, Francesco Costa, Alice Firenze, Eszter Ledàn, Zsolt Török e Masayu Kimoto.

Continua a leggere...

Guarda lo storico

design THE CLOCKSMITHS . development DEHLIC . cookie policy