Danza News
Biennale di Venezia 2019. Alessandro Sciarroni Leone d’oro alla carriera. Steven Michel e Théo Mercier Leoni d’argento
Biennale di Venezia 2019. Alessandro Sciarroni Leone d’oro alla carriera. Steven Michel e Théo Mercier Leoni d’argento

Biennale di Venezia 2019. Alessandro Sciarroni Leone d’oro alla carriera. Steven Michel e Théo Mercier Leoni d’argento

Su proposta della Direttrice del Settore Danza Marie Chouinard e fatti propri dal Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, sono stati attributi a Alessandro Sciarroni il Leone d’oro alla carriera e coppia agli artisti francesi Steven Michel e Théo Mercier il Leone d’argento. I Leoni per la Danza saranno consegnati durante la 13° edizione Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia che si svolgerà dal 21 al 30 giugno 2019.

Continua a leggere...

Danza News
La Biennale di Venezia lancia i bandi internazionali di Biennale College – Danza 2019 rivolti a coreografi e danzatori
La Biennale di Venezia lancia i bandi internazionali di Biennale College – Danza 2019 rivolti a coreografi e danzatori

La Biennale di Venezia lancia i bandi internazionali di Biennale College – Danza 2019 rivolti a coreografi e danzatori

On line le call per l’edizione 2019 di Biennale College – Danza On line le call per l’edizione 2019 di Biennale College – Danza secondo il progetto della Direttrice Marie Chouinard. Un bando è rivolto a danzatori tra i 18 e i 25 anni che seguiranno un percorso intensivo di studio che si concluderà con la messa in scena di un nuovo lavoro di Alessandro Sciarroni e la messa in scena di Set and Reset/Reset sotto la guida degli interpreti della Trisha Brown Company. Un altro bando mira a selezionare 3 coreografi tra i 18 e i 32 anni per una residenza creativa; il loro lavori saranno presentati nell’edizione 2019 del Festival. Una call è infine rivolta a selezionare i 7 danzatori professionisti che lavoreranno al progetto coreografi.

Continua a leggere...

Spettacolo news
I candidati al Premio Ubu 2018
I candidati al Premio Ubu 2018

I candidati al Premio Ubu 2018

Annunciate le nomination degli Oscar del teatro italiano. Candidati al ballottaggio come migliore spettacolo di danza Avalanche di Marco D’Agostin, Bermudas di Michele Di Stefano e Euforia di Silvia Rampelli. Candidati tra i migliori attori/performer under 35 anche Marco D’Agostin e Chiara Bersani. Candidati come migliori organizzatori Francesca Corona (Short Theatre), Daniele Del Pozzo (Gender Bender) e Maura Teofili (Carrozzerie n.o.t). Tra i premi speciali figura anche Aldes per il costante lavoro di ricerca coreografica, per aver dato vita a un vivaio di talenti nel campo della danza contemporanea e per aver saputo creare una cifra artistica riconoscibile ma non ancorata alla singola poetica di un unico artista. La premiazione si terrà a Milano lunedì 7 gennaio 2019 al Piccolo Teatro Studio Melato, in diretta radiofonica su Rai Radio3.

Continua a leggere...

DANZA NEWS
Il Balletto Teatro di Torino debutta a Cuba
Il Balletto Teatro di Torino debutta a Cuba

Il Balletto Teatro di Torino debutta a Cuba

La compagnia torinese fondata da Loredana Furno e diretta da Viola Scaglione, ha debuttato con successo a Cuba lo scorso 2 novembre 2018. Il BTT ha proposto a la Fábrica de Arte Cubano de La Habana Kiss me hard before you go dello spagnolo Jose Reches e in prima assoluta Dove sei? della coreografa cubana Laura Domingo Agüero, lavoro che sarà presentato in prima italiana il 24 novembre 2018 alla Lavanderia a Vapore in una serata con la EgriBiancoDanza.

Continua a leggere...

Géraldine Wiart
Géraldine Wiart - biografia
Géraldine Wiart - biografia

Géraldine Wiart - biografia

Già ballerina nel Corpo di ballo dell'Opéra di Parigi è Professeur dell'Ecole de Danse de l’Opéra di Parigi

Continua a leggere...

La recensione
Maratona di contemporaneo al Teatro Verdi di Padova: grandi applausi per gli artisti del Festival Lasciateci Sognare
Maratona di contemporaneo al Teatro Verdi di Padova: grandi applausi per gli artisti del Festival Lasciateci Sognare

Maratona di contemporaneo al Teatro Verdi di Padova: grandi applausi per gli artisti del Festival Lasciateci Sognare

Un folto pubblico e calorosi applausi hanno salutato i tanti artisti in scena lo scorso 6 ottobre 2018 per una vera maratona di danza contemporanea al Teatro Verdi di Padova per il Festival Lasciateci Sognare. In scena lavori di giovani autori (Claudio Pisa, Laura de Nicolao, Laura Boato, Federica Galimberti), giovani interpreti che si confrontano con le grandi firme (Eko Dance International Project con Mats Ek, C.P.P. Padova Danza con Itamar Serussi Sahar), compagnie affermate (EgriBiancoDanza) e riuscite sperimentazioni (Nine Bells di Valerio Longo e Simone Beneventi). Toccante l’assolo di Ahmad Joudeh, protagonista anche di un incontro. Ovazioni per Luciana Savignano protagonista di un nuovo Bolero firmato da Milena Zullo. A lei anche il Premio alla Carriera La Sfera Danza 2018.

Continua a leggere...

La recensione
Giuseppe Muscarello ha debuttato a Palermo con Kalsa
Giuseppe Muscarello ha debuttato a Palermo con Kalsa

Giuseppe Muscarello ha debuttato a Palermo con Kalsa

Ha debuttato a Palermo, Kalsa, il nuovo spettacolo di Giuseppe Muscarello, un interessante work in progress, un quartetto interpretato dallo stesso autore assieme a Tonia Laterza, Maria Stella Pitarresi e Giacomo Prencipe, un lavoro con una danza in bilico tra un'esigenza narrativa e il corpo che vive l'evento. Kalsa è andato in scena allo Spazio Franco, nuova realtà, luogo di residenza e di produzione artistica ai Cantieri Culturali della Zisa. Il 2 dicembre sarà a Milano ospite del Festival Più che Danza.

Continua a leggere...

La recensione
A REf18, DIGITALIVE tra performing art, scienza e tecnologia. La danza presente con Eingeweide di Marco Donnarumma e Margherita Pevere e con Dökk di fuse*.
A REf18, DIGITALIVE tra performing art, scienza e tecnologia. La danza presente con Eingeweide di Marco Donnarumma e Margherita Pevere e con Dökk di fuse*.

A REf18, DIGITALIVE tra performing art, scienza e tecnologia. La danza presente con Eingeweide di Marco Donnarumma e Margherita Pevere e con Dökk di fuse*.

Ampio l’interesse del pubblico per DIGITALIVE, sezione del Romaeuropa festival dedicata all’innovazione artistica e alla contaminazione tra scienza, tecnologie, musica e danza. Tra le performance, spazio anche alla danza con Dökk di fuse* dove la danzatrice Elena Annovi si muove in spazi digitali, e con Eingeweide, opera di Marco Donnarumma e Margherita Pevere dove corpi dei performer si confrontano con l’intelligenza artificiale di una protesi robotica.

Continua a leggere...

La recensione
Danza d’amore al Romaeuropa Festival: applausi per Love Chapter II di Sharon Eyal
Danza d’amore al Romaeuropa Festival: applausi per Love Chapter II di Sharon Eyal

Danza d’amore al Romaeuropa Festival: applausi per Love Chapter II di Sharon Eyal

È tornata a Roma con Love Chapter II, la coreografa Sharon Eyal, già interprete e direttrice associata dell’israeliana Batsheva Dance Company e fondatrice con Gai Behar di L-E-V Dance Company. La creazione prosegue l’indagine sul tema dell’amore iniziata con OCD Love, applauditissimo al Romaeuropa 2016, focalizzandosi questa volta sulla fine del sentimento, sul desiderio che resiste, sulle declinazioni dell’assenza. Cinquantacinque minuti di danza, intensa e bellissima, che supera i limiti del corpo per catturare il cuore dell’emozione. Lunghi e calorosi gli applausi al Teatro Argentina per i cinque eccezionali interpreti.

Continua a leggere...

La recensione
La danza potente di #minaret del libanese Omar Rajeh scuote il pubblico di Romaeuropa festival 2018
La danza potente di #minaret del libanese Omar Rajeh scuote il pubblico di Romaeuropa festival 2018

La danza potente di #minaret del libanese Omar Rajeh scuote il pubblico di Romaeuropa festival 2018

Il senso della guerra e della distruzione ai nostri giorni: a REf18 si riflette sulle modalità individuali di percezione. #minaret, lo spettacolo di Omar Rajeh e della sua compagnia Maquamat, ci spinge ad allontanarci dalla assuefazione mediatica, a riflettere sulle personali modalità di resistenza alla distruzione e a analizzare il proprio senso di responsabilità.

Continua a leggere...

L'intervista
Fredy Franzutti racconta la sua Bella Addormentata in scena al Teatro Olimpico di Roma, un omaggio a Lindsay Kemp
Fredy Franzutti racconta la sua Bella Addormentata in scena al Teatro Olimpico di Roma, un omaggio a Lindsay Kemp

Fredy Franzutti racconta la sua Bella Addormentata in scena al Teatro Olimpico di Roma, un omaggio a Lindsay Kemp

Torna a Roma il Balletto del Sud con La Bella Addormentata di Fredy Franzutti, per la prima volta in scena al Teatro Olimpico in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana 5 al 7 ottobre 2018. Produzione di grande successo replicata in Italia e all’estero, lo spettacolo compie oggi diciotto anni e porta in scena una versione originale della celebre fiaba. Ispirandosi al racconto di Giambattista Basile, Franzutti ambienta la storia nel Sud dell’Italia dove la sua Aurora verrà morsa da una tarantola. Lo spettacolo di Roma è dedicato a Lindsay Kemp, grande artista recentemente scomparso, che proprio in questa versione interpretò il ruolo di Carabosse. Nell’intervista, Fredy Franzutti ci parla della sua coreografia e ricorda Lindsay Kemp. E poi ancora, della sua compagnia, dei giovani e dei progetti imminenti.

Continua a leggere...

Danza news
Shamel Pitts, AjaRiot Performing Arts Collective, Phoebe Zeitgest e The Virge of Ruin: questi i vincitori del CROSS Award 2018
Shamel Pitts, AjaRiot Performing Arts Collective, Phoebe Zeitgest e The Virge of Ruin: questi i vincitori del CROSS Award 2018

Shamel Pitts, AjaRiot Performing Arts Collective, Phoebe Zeitgest e The Virge of Ruin: questi i vincitori del CROSS Award 2018

Hanno risposto in più di 200 al bando CROSS Award premio internazionale rivolto a opere prime nell’ambito delle arti performative organizzato da LIS LAB Performing Arts. A vincere un budget di € 7.000 per la produzione, consulenza tutoriale e una residenza in Piemonte sono due progetti italiani presentati da AjaRiot Performing Arts Collective e da Phoebe Zeitgest con The Virge of Ruin e un progetto dell’americano Shamel Pitts.

Continua a leggere...

Guarda lo storico

design THE CLOCKSMITHS . development DEHLIC . cookie policy